Il Ristorante

Il Ristorante

13 agosto 2015 006

13 agosto 2015 003

13 agosto 2015 011

 

30-5-15 010web

 

uccelli web

17.9.2014 009bnweb

26-5-15 028b web

 

25 ottobre 2014 014

3 giugno 2014 005bweb

primavera lio 013web

8 maggio 2010 013

16 luglio 2014 001

febbrai 2014 009
la saletta a Tromp d’oeil

piatti

 

crema di cipolle di Giarratana, ovoli e barbabietola

fico, gorgonzola e salsa al porto


zuppa inglese


spaghetti con pomodoro


astice e crema di fagioli



lumache alla borgognona


gnocchetto di avocado e lime, perle di chiocciola e gambero


tigella farcita


coppa ricca


bon bon e zucca hokkaido


tiramisu


foie gras, pesche, ciliegia e vino passito





smalto giallo e smalto rosso


tonno e caviale


22-10-16-cappella-farcita-xpolenta, cappella di porcino trifolata, uovo al burro e tartufo bianco

5 maggio 2009 013brodetto di pesce San Pietro e legumi

1-11-09 003b

 

 

22.5.14 004

 

19 ottobre 2014 034

19 ottobre 2014 038riso, pesce e peperone

29 gennaio 2009 018branzino, legumi, caviale e cuscus

 

26-12-14 012

 

10 agosto 2014 033

25 novembre 2014 045

31 ottobre 2015 001moeche fritte

10 agosto 2014 016

11-2-15 003

19 ottobre 2014 014

15-11-15 puntarelle 002insalata di puntarelle e scampi

10 settembre 2014 melone astice 005

19 ottobre 2014 003

11 settembre 2014 015

10 agosto 2014 029

salmone selvaggio 13-9-14 010

2

6-6-13 002crema di zucchine novelle e moscardini

20.2.13 007scampi, ricotta del pastare e salsa d’arancia

22 ottobre 2012 004

22 ottobre 2012 009

040

14_LIO_PELLEGRINI_OK_1225

21-09-12 zuppa fredda di verdura

luglio 2012 074

I Distillati 2

I Distillati

GRAPPA
Prodotto: Acquavite di vinacce
Origine: Itialia Centro-Settentrionale
Caratteristiche: Prodotto originariamente rustico, rude e di basso costo, diffuso soprattutto nell’Italia settentrionale a ridosso delle zone alpine.
Tecnica: Si ottiene dalla distillazione delle vinacce raccolte dopo la fermentazione dei vini


I PREZZI, AGGIORNATI AL MESE DI MAGGIO 2020, SONO ESPRESSI IN EURO E RIFERITI A DOSI DI 35/40 GR.

ITALIA

FRANCIA

sono in vendita i pregiati cristalli NONINO realizzati da VENINI, RIEDEL, BACCARAT
contenenti UE Picolit (non una grappa ma un distillato d’uva)

La nostra collezione comprende 21 cristalli dal primo uscito nel dicembre 1985 fino a quello del 2004 (lotto indivisibile)
Quotazione del 1-1-2020 € 19.500

Per informazioni e conferma del prezzo scrivere a info@liopellegrini.it specificando nome, cognome e nr. telefonico

000a2 (4) 000a2 (2) 000a2 (3)

TORNA ALL’ELENCO DEI DISTILLATI

alambicco alchemicoAMARI
L’amaro e’ uno dei quattro sapori fondamentali (insieme a salato, acido e dolce) percepiti dalle papille gustative del nostro cavo orale. La sua minore o maggiore intensita’ determina il gradimento o il rifiuto di un cibo o di una bevanda. Con la parola “Amaro” si identificano inoltre tutti quei liquori derivati da infusi e tinture di erbe ed altri elementi vegetali (in particolare buccia d’arancio), ricchi di alcol ed ammorbiditi nel gusto da un’alta concentrazione di zuccheri. La maggior parte di essi ha origine medicinale e vengono consumati con funzione tonica, corroborante e digestiva.

i prezzi, aggiornati al LUGLIO 2015, sono espressi in Euro e riferiti a dosi di 35/40 gr.

China Antico Elixir “Clementi” 33% vol € 7,00

Braulio riserva “Peloni” 2013 40% vol. € 7,00

Unicum “Zwack” 40% vol. € 6,00

alambicco alchemico
ALTRI DISTILLATI

Francia Chartreuse V.E.P. (erbe) “Les Pères Chartreux” 54% vol 15,00
Francia St. Germain (fiori di Sambuco) “Maison St. Germain” 2017 20% vol 8,00
Francia Sathenay fleur de Sureau “Sathenay” 20% vol 8,00

Canada Vodka Crystal Head “Globefill” 40% vol 12,00
Polonia Belvedere Vodka “Polmos Zyrardów” 40% vol 9,00
Svezia Purity Vodka “Purità -Castello di Ellinge” 40% vol 10,00
Italia Acquavite di Sambuco “Pojer e Sandri” 46% vol 7,00
Italia Pirus (pere williams) “Nonino” 43% vol 8,00
Italia Frut (lamponi di sottobosco) “Nonino” 45% vol 8,00
Italia Maraschino “Luxardo” 32% vol 5,00
Italia Mirto di Sardegna “Zedda Piras” 32% vol 5,00
Italia Nocino “Benvenuti” 34% vol 5,00
Italia China Antico Elixir “Clementi” 33% vol 7,00
Italia Bergamotto Fantastico “Vecchio Magazzino Doganale” 32% vol 7,00

i prezzi, aggiornati al mese di APRILE 2016, sono espressi in Euro e riferiti a dosi di 35/40 gr.

CASSIS O CREME DE CASSIS
PRODOTTO: LIQUORE A BASE DI DISTILLATO DI RIBES NERO
ORIGINE: LA ZONA DI DIGIONE, IN FRANCIA
CONSUMO: VIENE UTILIZZATO PER LA PREPARAZIONE DEL “KIR”, DRINK A BASE DI VINO BIANCO SECCO DELLA BORGOGNA (ORA SI E’ DIFFUSO L’USO DI UTILIZZARE SPUMANTE SECCO) ED UNA PICCOLA PORZIONE DI CREME DE CASSIS, CHE DONA COLORE ED AROMA.
Francia- Creme de Cassis Selection par degustation “J. P. Metté” 20% vol. € 49,00 vendita bottiglia intera solo da asporto

KIRSCH
PRODOTTO: ACQUAVITE OTTENUTA DALLA DISTILLAZIONE DELLE CILIEGIE.
ORIGINE: TEDESCA E SVIZZERA.
Germania- Wild-Kirsch Ziegler n° 1 “Ziegler” 43% vol € 18,00

Francia- Kirsch Vieux “Massenez” 40% vol € 10,00

alambicco alchemicoBRANDY
Prodotto: Distillato di vino
Origine: Tutti i paesi produttori di vino
Invecchiamento: Il Brandy italiano deve avere almeno un anno di invecchiamento (in Germania e’ brandy anche un distillato di sei mesi. In Francia non ha regolamentazione).
Dai contrassegni di Stato apposti su ogni bottiglia si puo’ verificare se il brandy ha da 1 a 2 anni, da 2 a 3 anni, oltre 3 anni.
Per i grandi invecchiamenti e le riserve speciali (7 o 10 anni) e’ prevista, nella controetichetta, una specifica dichiarazione firmata da funzionari dello Stato.
Dizioni come “stravecchio”, “gran riserva” o altre, dal punto di vista legale non vogliono dire nulla.
Alcol: Per legge la percentuale di contenuto alcolico del Brandy italiano varia dal 38 al 60%
Colore: La colorazione del Brandy e’ determinata in misura minima dall’azione delle sostanze contenute nel legno delle botti, ed in massima parte per il caramello che viene addizionato.
Avere sempre lo stesso colore garantisce alle aziende produttrici una costante immagine del prodotto.
Gusto: Secco o morbido, che sia, dipende sempre dal sapiente lavoro dei cantinieri che mischiano le varie partite di distillato invecchiato. La legge consente che l’aromatizzazione complementare del brandy sia ottenuta con “truciolo di quercia, o altre sostanze vegetali innocue”.
Curiosita’: Anteriormente al 1949 era diffuso l’uso di chiamare Cognac qualunque acquavite di vino, ma questa pratica fu soppressa grazie ad un decreto-legge ottenuto dai produttori francesi a tutela del loro prodotto.
Italia Millesimato 1986 “Villa Zarri” 13 anni 44% vol 7,00


i prezzi, aggiornati all’APRILE 2016, sono espressi in Euro e riferiti a dosi di 35/40 gr.

Italia Millesimato 1986 “Villa Zarri” 13 anni 44% vol € 8,00
Italia Acquavite Divino “Pojer e Sandri” 1987 45% vol € 8,00

Spagna Brandy de Jerez Lepanto Gr. Res. “Gonzales Byass” 36% vol € 8,00

Spagna Brandy 1866 Gr. Res. Malaga “Pernod Ricard” 40% vol € 8,00

alambicco alchemicoCOGNAC
Prodotto: Distillato di vino
Materia prima: Il vino base per la produzione del Cognac e’ prodotto esclusivamente con i vitigni Colombard, Folle Blanche e Saint Emilion
Zona di produzione: La Charente, a nord di Bordeaux, nella zona centro-occidentale della Francia, vasta meno di un milione di ettari, di cui solo il 7% coltivati a vigneto. Essa comprende i due dipartimenti della Charente e della Charente Marittima, oltre ad una piccola parte della Dordogne e del Deux Sevres.
Tecnica: Il vino viene portato alle distillerie nel corso dell’inverno con tutte le sue fecce senza attendere che la fermentazione sia terminata ed avviato ad un doppio processo di d istillazione e quindi invecchiato in piccole botti di rovere.
Invecchiamento: La qualita’ del Cognac e’ sempre in relazione alla sua eta’ che non e’ espressa in anni ma con queste sigle:
– “Tre stelle” (5 anni),
– “V.S.O.P.” (very superior old pale, da 5 a 10 anni),
– “Vieille Reserve”, “Grande Reserve”, “Royal”, “Vieux”, “X.O.”, “Napoleon” (dai 20 ai 40 anni),
– “Hors d’Age” e “Paradis” (oltre il mezzo secolo).
Cru: I legislatori francesi hanno codificato una rigorosa suddivisione in 6 diverse aree, i “cru”, tutte concentriche alla citta di Cognac e di valore decrescente man mano ci si allontana dalla capitale:
– Grande Champagne, Petite Champagne, Borderies, Fin Bois, Bon Bois,
Bois Ordinaires.

Grande e Petite Champagne si collocano nel cuore della regione produttiva e rappresentano il nucleo storico della produzione.


i prezzi, aggiornati al mese di APRILE 2016, sono espressi in Euro e riferiti a dosi di 35/40 gr.

Fine Champagne “Moyet” Tres Vieux 40% vol € 15,00

Grande Champagne “Bouju” X.O. 40% vol € 15,00

Grande Champagne 1985 “Frapin” 18 ans d’age 42% vol € 19,00

Fine Champagne “Rémy Martin” V.S.O.P. 40% vol € 8,00

Cognac age des fleurs 15 carat (1986) “Léopold Gourmel” Extra 42% vol € 19,00

Cognac age des epices 20 carats (1980) “Léopold Gourmel” Tres Vieux 43% vol € 30,00

Very Special “Hennessy” V.S. 40% vol € 7,00


alambicco alchemicoARMAGNAC

Prodotto: Distillato di vino
Materia Prima: Vini bianchi prodotti in aree rigorosamente delimitate
Zona di Produzione: Il territorio omonimo, nel sud-ovest della Francia. Si distinguono tre “cru”.

– “Bas-Armagnac”,
– “Haut-Armagnac”
– “Tenareze”
Ogni zona da’ distillati con caratteristiche diverse. Esse vengono indicate in etichetta se i vini con cui e prodotto il distillato provengono unicamente da una delle tre zone

Tecnica Distillazione: in alambicchi tradizionali a ciclo continuo
Invecchiamento: In fusti di rovere.
Sigle: “V.O.”, “V.S.O.P.”, “Reserve” – invecchiamento in legno per almeno 4 anni
“Extra”, “Napoleon”, “XO”, “Vieille Reserve” – invecchiamento per oltre 5 anni.


i prezzi, aggiornati al Lmeswe di APRILE 2016, sono espressi in Euro e riferiti a dosi di 35/40 gr.

Bas Armagnac “Goudoulin” Vieux Réserve 40% vol. € 9,00

Bas Armagnac “Goudoulin” 1972 imbottigliato 2011 40% vol. € 36,00

Bas Armagnac “Dartigalongue” 1982 imbottigliato 1999 40% vol. € 17,00

Bas Armagnac Dom. de Jaurrey “Laberdolive” 1979 46% vol. € 33,00

Bas Armagnac Dom. de Jaurrey “Laberdolive” 1985 46% vol. € 20,00

Bas Armagnac D.. Au Martin “F. Darroze” 1980 imbottigliato 2005 45% vol. € 30,00

Bas Armagnac Chateau de Gaube “F. Darroze” 1964 imbottigliato 2006 44% vol. € 35,00

Bas Armagnac “Laubade” 1973 imbottigliato marzo 2005 40% vol. € 33,00

alambicco alchemicoCALVADOS
Prodotto: Acquavite di sidro

Origine: Dipartimento di Calvados, in Normandia, Francia

Tecnica: si ottiene dalla distillazione del sidro, bevanda a bassa gradazione alcolica ottenuta per fermentazione delle mele.


i prezzi, aggiornati al mese di SETTEMBRE 2018, sono espressi in Euro e riferiti a dosi di 35/40 gr.

Calvados du Pays d’Auge “Daron” XO 40% vol. 9,00
Calvados du Pays d’Auge “Chateau du Breuil” 1998 41% vol. 19,00

Calvados du Pays d’Auge “Marcel Blin” 1938 42% vol.solo asporto
Calvados du Pays d’Auge “Marcel Blin” 1942 44,2% vol. solo asporto
Calvados du Pays d’Auge “Adrien Camut” 6 anni 43% vol. 16,00
Calvados du Pays d’Auge “Adrien Camut” -Prestige- 50 anni 40% vol. 80,00
Calvados du Pays d’Auge “Adrien Camut” -Privilege- 18 anni 40% vol. 36,00

Calvados du Pays d’Auge Reserve “Dom. Familial L. Dupont” 42% vol. 11,00
Calvados du Pays d’Auge Sélection Joel Robuchon “Dom. Familial L. Dupont” 42% vol. solo asporto

alambicco alchemico
RUM (RHUM, RON)
Prodotto Acquavite ottenuta dalla distillazione del fermento del succo ricavato dalla canna da zucchero o dalle melasse derivate dalla produzione degli zuccherifici.

Origine Le isole ed i paesi costieri del mar dei Caraibi

Produzione Metodo della doppia distillazione in alambicchi discontinui, oppure metodo continuo in torri di distillazione.

Materia prima – Succo di canna distillato direttamente
– Melassa di canna da zucchero fermentata e poi distillata
– Melassa ed altri residui della lavorazione della canna da zucchero distillati direttamente

Invecchiamento Viene commercializzato appena distillato ed e incolore, oppure dopo un invecchiamento piu’ o meno lungo.

Tipologie Praticamente ogni isola delle Antille ha una produzione che costituisce una tipologia a se stante. Per grandi linee si possono distinguere le seguenti grandi famiglie:

– “Rum Portoricani”: al posto principale nella produzione mondiale, nelle versioni bianco, dorato anejos.

– “Rum Cubano”: sapore lieve e delicato, da non invecchiare. Il “Carta Blanca” ha colore chiarissimo, sapore secco ed e adatto come base per cocktail; Il “Carta Oro” ha color miele, lucido brillante, sapore amabile, profumato ed armonico.

– “Rum Jamaicano”: ricavato dalla melassa cui si aggiunge la schiuma che si forma durante la bollitura dello zucchero, ha sapore forte e pungente, corposo e profumato, viene in genere invecchiato almeno 5 anni.

– “Rum di Haiti”: ottenuto dalla distillazione diretta della canna da zucchero, viene sottoposto a lungo invecchiamento. Ha sapore vellutato e colore ambrato.

– ”Rum della Martinica e Guadalupe”, molto popolari in Francia, sono ottenuti prevalentemente con alimbicchi discontinui, distillando il solo succo di canna. è questa la vera e propria zona eletta per i rum agricoli, grandi distillati da meditazione.

il Rum Agricolo si ricava direttamente dalla canna da zucchero. E’ di qualità superiore, rispetto a quello industriale. E’ prodotto dalla distillazione dei primi succhi di canna ed è la proporzione di sostanze volatili non alcolizzate che ne fanno la sua differenza con l’alcool puro e gli danno il suo sapore. Il Rum Industriale, invece, si ottiene dalle melasse cioe’ lo sciroppo che si ricava al termine della produzione dello zucchero di canna, ricco di saccarosio).

– “Rum prodotti in Guyana”, chiamati Demerara dal nome di un fiume che scorre in questo Stato, sono solamente invecchiati, con un aroma pronunciato e con tenore alcoolico piuttosto elevato.

– ”Rum prodotti a Trinidad” sono ambrati, con un accentuato sentore fumoso e molto aromatizzati.

– ”Rum di Barbados”, solitamente ambrati, hanno gusto pieno e uno spiccato sentore di melassa.

– “Rum delle Isole Vergini”, che però sono una miscela di rum prodotti a Trinidad e in Guyana, sono di colore scuro,corposi e asciutti.
Tra i rum commerciali citiamo anche i rum speziati(spiced rum) nei quali spezie ed erbe aggiunte conferiscono aromi caratteristici quali ad esempio la cannella e l’anice.

Note Ulteriori:
I rum bianchi (white o light) hanno un leggero e secco aroma di molassa, si presentano delicati e genericamente subiscono un invecchiamento di un anno prima della commercializzazione, sono sempre distillati mediante alambicco continuo e sono usati come base generica per cocktail e per long drink. Alcune tra le isole produttrici di rum leggeri sono Porto Rico, Trinidad, Vergini, Barbados.

Sono i rum più invecchiati che però donano le sensazioni organolettiche più complete ed appaganti sia miscelati che degustati al pari degli altri grandi distillati. Nell’invecchiamento dei rum ritroviamo gli elementi importanti dell’affinamento che abbiamo già incontrato nei single malt scozzesi e nelle cantine della Charente ove nasce il cognac. Gli aromi primari e secondari, il contatto con il legno, il clima.

Gli aromi che risultano dalla distillazione del succo o della molassa sono naturalmente dolci, l’affinamento nei fusti di rovere americano dona loro, attraverso lente trasformazioni chimiche, complessità, arricchisce con nuovi sentori lo spettro aromatico e con tonalità più calde il colore. I fusti utilizzati sono solitamente di secondo passaggio e molto spesso contenevano precedentemente bourbon o whiskey americano.

I tannini eleganti e leggeri del legno usato, integrano e non rovinano la delicatezza del rum agricolo che mantiene tutta la sua personalità, il suo carattere, il suo ardore. Con il tempo emergono note di frutta matura e di caramello accompagnate dai sentori speziati di vaniglia, di tabacco biondo e dalle sfumature balsamiche tipiche del rovere americano.
Non esiste un vero e proprio disciplinare che regoli le denominazioni e classifichi i diversi distillati in base all’invecchiamento. La maturazione dei rum invecchiati parte da un minimo di tre anni e per i rum più commerciali é seguita nella scala di invecchiamento dalla categoria dei cinque e dei sette anni. Spesso, questi rum sono etichettati con la dicitura “dorado” o “anejo”.
Il clima ha una forte influenza sull’invecchiamento. Le temperature elevate delle isole caraibiche, rendono il processo di maturazione ed affinamento del rum due o tre volte più rapido di quello dei whisky scozzesi, prodotti in climi freddi. Un rum invecchiato dieci anni, oltre ad offrire una stupenda colorazione dorata con vene d’ambra rivela quindi una complessità organolettica paragonabile a single malt invecchiati per oltre vent’anni.
I rum dorati, sono considerati distillati di medio corpo e sono generalmente prodotti a Cuba, nella Repubblica Domenicana, ad Haiti e Trinidad.

I rum scuri
e di maggiore corpo provengono dalla Martinica, dalla Jamaica, da Haiti, e dalla Guyana (ove ha origine il caratteristico Demerara); questi sono normalmente distillati in modo discontinuo ad una bassa gradazione e invecchiati fino a 12 anni o più. é un distillato più ricco e complesso dei precedenti e molto spesso merita di essere sorseggiato e gustato al pari di raffinati cognac. Anche tra questi la componente caramello é alle volte aggiunta per intensificarne il colore, il che rende alcuni rum jamaicani molto densi.
I rum scuri sono fortemente aromatici e dovrebbero essere usati solo come componenti secondari di ricette di cocktail e non come basi.
Purtroppo, mentre il rum bianco ha una distribuzione mondiale molto ampia, i rum invecchiati più pregiati, sono meno diffusi. La limitata produzione li rende per la maggior parte consumati nelle isole di produzione stesse.
Anche se negli ultimi anni un incremento di richiesta da parte del mercato mondiale, ha provocato un importante slancio verso una produzione e commercializzazione su più vasta scala.

Curiosita’:
abbiamo gia’ detto che all’origine di questo distillato c’è la canna da zucchero, approdata nei caraibi verso il sedicesimo secolo all’epoca dei Conquistadores. Ed è proprio qui che la canna da zucchero trova il suo habitat migliore.
Alcuni rum sono ottenuti dalla spremitura della canna (è usanza per tradizione dare fuoco alla piantagione per poi raccogliere le canne che si impregnano così di quel particolare sentore che alcuni rum ricevono solo dopo un buon
invecchiamento e che viene chiamato “il profumo del fuoco”), mentre altri derivano dalla melassa della canna, cioè dal residuo della sua lavorazione.
Si dice che proprio quest’ultimo tipo di lavorazione fu quello usato nel diciassettesimo secolo dal frate domenicano Jean Baptiste Lebat quando ebbe l’idea di recuperare la melassa facendola fermentare e distillare, dando così vita al primo rum. Non sempre il distillato di canna prende il nome di rum: in spagnolo si chiama ron; in francese rhum; clarin ad Haiti, usato ancora oggi per i riti voodoo; nelle Antille lo chiamano tafia; nelle isole caraibiche lo chiamano guarano o guildive; mentre nell’america del sud lo chiamano aguardiente de cana.


i prezzi, aggiornati al mese di settembre 2019, sono espressi in Euro e riferiti a dosi di 35/40 gr.
Guadalupe Rhum Vieux c. du millenaire “Damoiseau” 15 ans 42% vol. 15,00

Guyana Rum Demerara -El Dorado- “Demerara Distillers” 15 years 43% vol. 13,00

Venezuela Ron Antiguo de Solera “Santa Teresa 1796” s. a. 40% vol. 9,00

Venezuela Ron Diplomatico Reserva exclusiva “Destilerias Unidas. S.a.” s. a. 40% vol. 10,00

Trinidad Caroni blended “Caroni Distillery” 1985 15 y. o. 49,5% vol. solo asporto

Cuba Legendario Elixir de Cuba Punch au Rhum “Legendario” 7 anõs 34% vol. 6,00

Guatemala Ron Zacapa Centenario “Licorera Zacapaneca” X O 40% vol. 20,00

Barbados Plantation 20th anniversary “Plantatiom” X O 40% vol. 15,00
Barbados Plantation Grande Reserve “Plantatiom” s.a. 40% vol. 8,00

Haiti Rhum Barbancourt -Reserve Veronelli- “J. P. Gardere e Cie” 25 anni 43% vol. solo asporto

 

Alaalambicco alchemicombicco
E’ lo strumento utilizzato nella distillazione. Di antichissima invenzione, nella sostanza non ha subito modifiche attraverso i secoli e si compone essenzialmente di una caldaia in cui e’ contenuto il liquido da distillare, una sezione sovrastante in cui si concentrano i vapori ed un lungo tubo raffreddante (condensatore), spesso a forma di serpentina, che in genere attraversa un liquido con funzione refrigerante. La caldaia, a seconda dei distillati e delle tradizioni locali, puo’ essere esposta direttamente alla fiamma viva, oppure scaldata a bagno-maria o a vapore.

 

 

 

 

GRAPPA

Prodotto:  Acquavite di vinacce
Origine: Itialia Centro-Settentrionale
Caratteristiche:  Prodotto originariamente rustico, rude e di basso costo, diffuso soprattutto nell’Italia settentrionale a ridosso delle zone alpine.
Tecnica:  Si ottiene dalla distillazione delle vinacce raccolte dopo la fermentazione dei vini

I PREZZI, AGGIORNATI AL MESE DI MAGGIO 2020, SONO ESPRESSI IN EURO E RIFERITI A DOSI DI 35/40 GR.

 

ITALIA

 

FRANCIA

 

 

 

  sono in vendita i pregiati cristalli NONINO realizzati da VENINI, RIEDEL, BACCARAT

contenenti UE Picolit (non una grappa ma un distillato d’uva)

La nostra collezione comprende 21 cristalli dal primo uscito nel dicembre 1985 fino a quello del 2004 (lotto indivisibile)
Quotazione del 1-1-2020 € 19.500

Per informazioni e conferma del prezzo scrivere a info@liopellegrini.it specificando nome, cognome e nr. telefonico


 000a2 (4)000a2 (2)000a2 (3)

 

 

TORNA ALL’ELENCO DEI DISTILLAT